I Laici Animatori Vocazionali Rogazionisti sono un’associazione giovanile sorta ad opera del rogazionista P. Antonio Di Tuoro, il 1982, al fine di affiancare il promotore vocazionale nel servizio di accompagnamento e discernimento delle vocazioni degli adolescenti e giovani. L’associazione in prevalenza è formata da giovani. L’associazione ha un suo statuto.

I L.A.V.R. si prop ongono di vivere nel mondo la spiritualità rogazionista, impegnandosi a diffondere nella Chiesa l’ispirazione carismatica di Sant’Annibale Maria Di Francia. Il L.A.V.R. è “chiamato dal Cristo del Rogate a riflettere sulla scarsezza degli operai evangelici nella Chiesa” e “accoglie il rimedio infallibile della preghiera per le vocazioni, l’anelito alla carità e l’apertura evangelizzatrice, impegnando la vita nella crescita della propria ed altrui vocazione” (Statuto dell’Associazione L.A.V.R., art. 3).

Lo statuto prevede lo sviluppo delle dimensioni del carisma in tre settori di attività: il settore Rogate, il settore Carità e il settore Missioni.

L’associazione mantiene un carattere giovanile e diventa naturalmente una sorta di “vivaio vocazionale”, dove il contatto fecondo e prolungato con il carisma del Rogate consente il discernimento e la maturazione delle diverse specifiche vocazioni.

trtgfg

L’Associazione Famiglie Rog, ha avuto inizio il 19 Aprile 1982. Trae ispirazione dal Carisma e dalla Spiritualità di Sant’ Annibale Maria di Francia (1851-1927), fondatore degli Istituti Religiosi dei Padri Rogazionisti e delle Figlie del Divino Zelo.

L’Associazione Famiglie Rog, partendo dalla riscoperta del Sacramento del Matrimonio e dalla conoscenza di essere Chiesa, offre alle famiglie la disponibilità per esercitare il ministero coniugale a favore di ogni VITA e VOCAZIONE. La Famiglia Rog non solo generatrice di figli naturali ….

La Famiglia Rog, “Chiesa domestica” con la carità e la preghiera al Padrone della messe, vuole entrare come coppia nel “monastero invisibile” per offrire la propria vita coniugale attraverso il lavoro, le prove, le preoccupazioni, il servizio alla Comunità locale e le gioie della vita perchè il Signore doni alla Chiesa i “Buoni Operai”.

Vi fanno parte le famiglie che, sensibili al Comando di Gesù: “Pregate il Padrone della messe ” (Lc 10,2 – Mt 9,37-38), si adoperano ad obbedirvi con la vita, la preghiera e le opere.

Traduci